FAQ

No, sono creature angeliche personali, perverse e pervertitrici.

Si e si chiama infestazione

Se la persona è in grazia di Dio sicuramente si salva.

Il maleficio è un’azione malvagia che viene realizzata al fine di danneggiare il prossimo per mezzo del demonio.

Vivere in grazia di Dio, pregare ogni giorno e ricorrere ai Sacramenti e ai Sacramentali.

Generalmente occorrono molti esorcismi. Talvolta si impiegano anni.

Settimane, mesi o anni. Dipende da quanto il male è radicato e da altri fattori legati allo specifico caso.

No, il canone 1172,2 del Codice di Diritto Canonico “nessuno può legittimamente pronunciare gli esorcismi sugli indemoniati se non ha ottenuto licenza specifica ed espressa dall’ordinario del luogo e che tale licenza si possa dare solo ad un sacerdote che sia fornito di pietà, scienza, prudenza e integrità di vita”.

No, il canone 1172,2 del Codice di Diritto Canonico “nessuno può legittimamente pronunciare gli esorcismi sugli indemoniati se non ha ottenuto licenza specifica ed espressa dall’ordinario del luogo e che tale licenza si possa dare solo ad un sacerdote che sia fornito di pietà, scienza, prudenza e integrità di vita”.

No, il canone 1172,2 del Codice di Diritto Canonico “nessuno può legittimamente pronunciare gli esorcismi sugli indemoniati se non ha ottenuto licenza specifica ed espressa dall’ordinario del luogo e che tale licenza si possa dare solo ad un sacerdote che sia fornito di pietà, scienza, prudenza e integrità di vita”.

No, la possessione è un fenomeno che riguarda il corpo e che influisce sulle facoltà intellettive e volitive della persona.

Assolutamente no! Essi possono solo fare congetture ma non conoscono gli eventi futuri.

Si! È il mezzo più diretto che combatte Satana, è il sacramento che strappa le anime al demonio, dà forza contro il peccato e unisce sempre di più a Dio avviando le anime a uniformare sempre più la loro vita alla volontà divina.

Hanno sicura efficacia se questi oggetti sono usati con fede, e non come se fossero amuleti. La preghiera usata per benedire le immagini sacre insiste su due concetti: imitare le virtù di chi è rappresentato dall’immagine e ottenerne la protezione.

Assolutamente no! Anzi è opera altamente meritoria aiutare questi malati nello spirito, come è altamente meritorio aiutare chiunque è nel bisogno.

Consiglio di dare all’oggetto una benedizione con acqua benedetta e poi distruggere, se è qualcosa di bruciabile di bruciarlo, se è qualcosa di metallico di buttarlo dove scorre l’acqua (fiumi, mari etc..).

Si, è un grave peccato di superstizione contro il primo comandamento che tra l’altro espone a disturbi di natura spirituale.

Il mago (quello vero) agisce con la forza di satana. L’esorcista agisce con la forza del nome di Cristo “nel mio nome caccerete i demoni”.