Nonsiamosoli o Comunità dell’Arca

Tratto da: ANNA MARIA MELLI, Sètte e Nuovi Movimenti Religiosi in Italia e in Friuli, ed. Chiandetti, Roana di Rojale (Ud), 1998

di ANNA MARIA MELLI

Un curioso mix

In NonSiamoSoli il mondo degli extraterrestri si sposa con la nuova religiosità para-cristiana. Angeli ed extraterrestri, cattolicesimo “visionista” e Ufo, apparizioni mariane e reicarnazione, occultismo e “ultimi tempi” si uniscono spesso, oggi, in culti ufologici che con disinvoltura assumono dal cristianesimo alcuni termini e richiami tematici svuotandoli del loro genuino contenuto, o coniugandoli a proprio arbitrio con fantasiose vicende o dottrine.
Seguaci ne trovano facilmente in quel terreno anche in area cattolica dove pullulano “miracoli”, “visioni”, “locuzioni” e vere e proprie folle si accalcano attorno a “carismatici” leaders dai poteri straordinari.
NonSiamoSoli ruota intorno alle figure di Eugenio Siragusa e di Giorgio Bongiovanni, che entra talvolta anche nelle nostre case tramite programmi televisivi, attirando l’attenzione di molti per i “segni” (specie di stigmate) che mostra sul suo corpo. Le “stigmate” — egli dichiarava — gli sono state impresse a Fatima il 2 settembre 1989 durante l’apparizione e l’incontro avuto con la Madonna che ha denunciato “la disobbedienza di Fatima”, ma sono anche una conferma che le civiltà extraterrestri “redente” e portatrici di redenzione agli umani vogliono dare “all’opera gloriosa” di Eugenio Siragusa.
Dal 1962 infatti Siragusa, “contattato” da due extraterrestri messaggeri di Dio alle pendici dell’Etna ha diffuso numerosissimi messaggi apocalittici. In essi si annunciano sventure cosmiche (avrebbero previsto, tra l’altro Chernobyl e l’AIDS), si parla della Madonna e di Gesù Cristo, del terzo segreto di Fatima, si rivela che Siracusa sarebbe la reincarnazione di un sacerdote dell’Atlantide, di Ermete Trismegisto, di S. Giovanni Apostolo, di Giordano Bruno, Cagliostro, Raspuntin…
Dal 1962 al 1978 si sviluppa intorno a Siragusa ed ai suoi seguaci il Centro Studi Fratellanza Cosmica con fedeli in numerose parti del mondo, Centro cui fanno riferimento prima e dopo il suo scioglimento numerosi gruppi contattisti cristianeggianti e anticlericali.
Nel 1988 Siragusa entra in una fase di silenzio annunciando che sta per venire — sono gli ultimi tempi — un “Altro” (Giorgio Bongiovanni?) e invitando a continuare a leggere il giornale “NonSiamoSoli” diretto da Filippo Bongiovanni che prosegue l’opera del Centro Studi Fratellanza Cosmica, ed è fratello di Giorgio Bongiovanni.
Insieme, Filippo e Giorgio pubblicano nel marzo 1989 il volume Eugenio Siragusa: il contattato1. Il 13 aprile dello stesso anno la Madonna, a Porto Sant’Elpidio nelle Marche, “appare” a Giorgio Bongiovanni che in agosto si recherà al monastero di Suor Lucia, la veggente di Fatima nel 1917, della quale egli sarebbe il cugino Francesco, uno dei pastorelli di Fatima reincarnato, per chiederle di divulgare con lui il famoso terzo segreto. Suor Lucia tacerà.
In settembre, dopo essersi consultato con Siragusa, si recherà nuovamente a Fatima, dove la Madonna gli “apparirà” denunciando la “disobbedienza di Fatima”, dichiarando “nuovo Vangelo di Giovanni” il volume dei fratelli Bongiovanni su Siragusa e trasmettendogli le cosiddette “stigmate”.
Altra apparizione mariana, preannunciata da Giorgio Bongiovanni per il 1° novembre 1989 a porto Sant’Elpidio, riceve la patente di autenticità da Siragusa uscito dal suo silenzio. Il !° novembre Bongiovanni (lui solo) “vede” ancora la Madonna che annuncia nuovamente disastri imminenti, se i capi religiosi e politici non si convertiranno.
Il movimento di NonSiamoSoli è in crescendo non solo in Italia: nuclei in rapporto con esso sono presenti in Spagna, Svizzera, Germania, Belgio, Francia, Inghilterra, Stati Uniti, America Latina e in Africa. Altri gruppi, inoltre, si ispirano variamente ad esso. Con il movimento Raeliano è forse quello di maggior visibilità sociale.